Trappola attaccamento Che cos'è?

Pubblicato il21/01/2020 1317
Amore0

La maggior parte dei bambini e alcuni bambini presenti a determinate età, attaccamento per un oggetto speciale, perché? Quali sono le ragioni?
Il termine è stato introdotto per la prima volta dal pediatra e psicoanalista Donald Winnicott, cercando di definire il primo possesso di un bambino in cui si aggrappa. Riconosciuto anche come "oggetto di transizione"
L'attaccamento trapito ha la funzione di dare un accompagnamento ai bambini nei momenti più difficili della giornata, come separazione dalla madre o quando hanno particolari esigenze emotive, un elemento che non è imposto da nessuno, ma è praticamente scelto da se stessi, avendo un'importanza specifica nel loro processo emotivo ed emotivo. Viene anche usato prima di coricarsi o quando hanno bisogno di un qualche tipo di conforto, in assenza della madre richiedono che questo elemento si senta protetto poiché per loro hanno in qualche modo un tipo di rappresentazione per la madre, che li fa sentire Molto più sicuro e silenzioso.
È necessario rispettare questi schemi di attaccamento, comprendendo i bisogni emotivi richiesti dai bambini.
A che età iniziano questo processo?
Non esiste un'età specifica in cui i bambini iniziano con questo processo poiché ogni bambino può manifestare mania a età diverse, alcuni presentano questo comportamento di transizione tra sei e otto mesi, altri quando diventano consapevoli dell'angoscia di separazione o Nel momento in cui acquisiscono più autonomia e sono più indipendenti, questo processo si manifesta inconsciamente dal bambino, dove notano bruschi cambiamenti nel loro comportamento ed emozioni, il loro umore può cambiare, sono più sensibili alla separazione con il loro mamma, si irritano facilmente se sentono di togliersi i vestiti. Per questo motivo è importante rispettare questa fase, permettendo loro di superarla naturalmente.
La trappola dell'attaccamento ha chiamato più quando finisco, dal momento che i bambini non usano necessariamente solo i panni, ma possono anche usare una coperta, un cuscino o una bambola preferita, un fazzoletto o una camicia, qualcosa che in qualche modo ricorda loro la madre da esperienze vissute o perché percepiscono il loro odore in esso.
La maggior parte dei bambini di solito adotta un oggetto di transizione, con l'arrivo di un fratellino, un cambio di città, la separazione dai genitori o l'inizio della scuola.
Alcuni bambini sostituiscono anche oggetti con azioni, come cullarsi, cantare una canzone quando sono tristi, quando si allontanano dalla madre o quando vanno a dormire, queste azioni generano una differenza che porta il bambino ad essere più tollerante in separazione con sua madre e lui si calma più facilmente in sua assenza, il che consente una migliore indipendenza emotiva.

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi