Riflesso di estrusione, che cos'è e qual è la sua funzione?

Pubblicato il14/02/2020 9182
Amore0

Sappiamo che quando nasce un bambino è pieno di diversi riflessi, questi vengono inviati dal sistema nervoso e sono innescati da stimoli esterni che portano ad avere una reazione specifica nel bambino.
Si può dire che i riflessi sono comportamenti involontari manifestati nel corpo che hanno lo scopo di aiutare il bambino ad acquisire la capacità di adattarsi al suo ambiente e quindi ottenere un maggiore controllo sul suo corpo.
Alcuni riflessi rimangono intatti per la vita e altri scompaiono in base all'età dei bambini, un esempio di ciò è il riflesso di estrusione.
Questo riflesso caratteristico provoca o motiva il bambino a tornare dalla sua bocca tutti i cibi solidi o qualsiasi liquido diverso dal latte materno, facendo movimenti continui con la lingua per espellere il cibo introdotto nella sua bocca.
Il riflesso di estrusione di solito scompare all'età di 6 mesi, consentendo al bambino di iniziare l'alimentazione complementare. Questo è un processo naturale che consente al bambino di consumare alimenti diversi dal latte materno, acquisendo la capacità di trasportare il cibo nella parte posteriore della cavità orale per poterlo ingerire.
È molto comune per le madri iniziare un'alimentazione complementare, mostrare preoccupazione per vedere che il bambino spinge il cibo con la lingua, credendo che questa reazione sia perché non gli piace il cibo che sono stati preparati, senza capire che la cosa più sicura è che mantenere attivo il riflesso di estrusione e che il bambino non sia ancora neurologicamente pronto per iniziare l'alimentazione complementare.
È importante capire che questo riflesso dovrebbe scomparire naturalmente e non necessariamente, nel caso in cui duri più di sei mesi, non c'è motivo di preoccuparsi, poiché il livello di sviluppo nei bambini è diverso, quindi non dovrebbe essere forzato , il bambino sta solo indicando che non è ancora pronto per questo processo, quindi deve rispettare e seguire il proprio ritmo.
Allo stesso modo, si dovrebbe tenere presente che l'alimentazione complementare non è raccomandata prima di sei mesi poiché il corpo non è ancora pronto ad assimilare cibi diversi dal latte materno.
Per sapere quando iniziare l'alimentazione complementare, deve essere identificata la manifestazione di alcune caratteristiche comportamentali precedenti come quelle che mostreremo di seguito:
-Possibile sedersi con o senza supporto.
- Tieni gli oggetti con le mani e hai la capacità di portarli in bocca.
-Mostra interesse e curiosità per il cibo diverso dal latte materno.
- Il riflesso di estrusione è scomparso.
Questi processi dovrebbero essere eseguiti con calma e con molta pazienza, tenendo presente che ci sono cambiamenti che non sono adatti nemmeno per implementarli nei bambini, né implementati solo quando i genitori lo considerano, ma che il ritmo di sviluppo che ogni bambino ha deve essere preso in considerazione comprendere e comprendere ogni fase in base alla loro età.

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi