Perché mio figlio non vuole mangiare?  

Pubblicato il16/10/2018 1585
Amore0

L'appetito nei bambini può diminuire in età scolare, mangiando solo in piccole quantità e con poca regolarità, è anche normale che questo accada dopo i 2 anni di età. 

La causa è perché a questa età la loro crescita è più lenta, i loro bisogni nutrizionali sono più bassi e dal loro stadio di esplorazione preferiscono giocare piuttosto che mangiare seduti. I cambiamenti che si verificano di solito sono molto evidenti, è qui, dove cominciano a riconoscere il loro gusto per alcuni alimenti e dove le loro preferenze variano, possono cambiare per testare nuovi sapori, smesso di mangiare cibi che mangiavano regolarmente, altri forse Non se la sentivano, ma poi diventano i loro piatti preferiti. 

Poiché la loro crescita non è continua, ci saranno momenti in cui avranno più appetito e altri in cui preferiranno non mangiare nulla e anche se i genitori potrebbero essere angosciati, queste variazioni dovrebbero essere comprese senza preoccupazione. Mentre è comprensibile che i genitori sono impaziente di vedere i loro figli rifiutando il pasto con parole come non vogliono, non mi piace la maggior parte del tempo a fare i capricci, non va bene per costringerli a mangiare qualcosa che non vogliono, questo non farà che aumentare il disagio ad alcuni cibo. 

Devi avere molta pazienza per convincerli ad acquisire sane abitudini e rispettare i tempi del cibo a casa, per questo devi attuare strategie in modo che il tempo di alimentazione sia piacevole e piacevole. Un esempio di questo è spiegare che mangiare è la chiave della loro crescita e che per ottenerlo è necessario mangiare cibi diversi, le routine sono fondamentali per creare abitudini, i tempi esatti per iniziare e finire, sempre con regole di comportamento ti permetteranno di adattarsi poco ai tempi di alimentazione, sì, i genitori dovrebbero capire che l'appetito presentato dai bambini è sufficiente per soddisfare i loro bisogni corporei, dove non sempre una porzione più grande è ciò che li alimenterà.

Questo è il motivo per cui dovrebbero essere serviti in quantità precise in base al loro appetito, servono poco a dare loro la possibilità di chiedere di più se vogliono, non costringerli a mangiare più del necessario. Anche se il menu può essere adattato in base ai gusti che si acquisiscono, non dovrebbe essere cambiato in alcun modo al rifiuto dei bambini, ma vuole ricevere cibo, il piatto viene rimosso tranquillamente senza punirli, lasciandoli solo senza cibo fino al prossimo pasto, così si siederanno con più spirito e con voglia di mangiare.

 

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi