I sette mesi del bambino, inizia un fantastico processo di linguaggio ed espressione in cui vengono generate capacità cognitive di riconoscimento e pronuncia dei suoni, caratterizzate dai diversi cambiamenti nella loro crescita e capacità cognitiva. Copre i processi generali di maturazione fisica, cognitiva e verbale, il partner emotivo ed emotivo.
Variazioni che ti consentono di vedere i tuoi progressi giorno dopo giorno in modo più chiaro e preciso all'interno delle attività che svolgi quotidianamente.
I sette mesi del bambino sono il palcoscenico linguistico, le sue espressioni gestuali sono una parte fondamentale, quando non vuole qualcosa, quando è arrabbiato o molto felice la sua espressione facciale lo mostrerà, invierà baci se gli verrà insegnato e applaudirà.
La comunicazione è un pezzo fondamentale per lo sviluppo del linguaggio, ti aspetteresti sempre di essere parlato, dialoghi continui ti aiuteranno a capire nuove parole, a capire i movimenti che devono essere fatti per emettere le parole.
Quando gli viene detto "no", lo capirà perfettamente, assumendolo come una parola di avvertimento, ma non smetterà affatto di fare ciò che gli viene chiesto, poiché no, è una parola che il suo cervello non si assimila anche come qualcosa che non dovrebbe Questo perché il suo emisfero destro è molto più sviluppato ed è correlato a emozioni, sensazioni e impulsi, tuttavia, l'emisfero sinistro è più logico, si concentra sul ragionamento e non è quello che più utilizza a questa età , il bambino non ha ancora la capacità di ragionare sul perché qualcosa non debba essere fatto o perché, deve solo esplorare e scoprire qualcosa in base alle sue emozioni, ai suoi impulsi e bisogni emotivi.
Il "no" può essere sostituito più con suoni o espressioni facciali, anche con parole come "prendere questo meglio", "sedersi qui è più comodo", o spiegare che qualcosa può ferire o ferire.
Il bambino nella sua parte comunicativa inizierà ad esprimersi con rumori, balbettando, a sua volta genera una maggiore abilità nel suo movimento che vuole prendere tutto ciò che lo circonda e portarlo alla sua bocca.
L'interazione costante con il bambino ti aiuta ad aumentare le tue esperienze cognitive. In questa epoca è normale che tu voglia pronunciare parole che iniziano con sillabe come "pa", "ta", "da", "ma", dando il nome agli oggetti che prendi con i suoni che pronunci, ecco perché l'importanza dei caregiver Assegna un nome agli oggetti mentre punta per espandere il tuo lessico.
Questa è un'epoca di grande espressione che li rende molto più emotivi, facilmente sensibilizzati, quando vuoi qualcosa e non ce l'hai, il più possibile è che piangi o rabbia.
Nel suo sviluppo motorio, riesce a rimanere seduto mentre tiene più a lungo, cercando modi per raggiungere le cose e portarle alla bocca o colpirle contro la superficie.
Qui cerca di muoversi attraverso la resistenza, i suoi movimenti sono generalmente perfezionati nella sua resistenza per raggiungere l'oggetto che desiderano, alcuni bambini si appoggiano con le mani e il ventre per gattonare, come alcuni sono disposti in quattro, sulle ginocchia e sulle mani da allora I tuoi muscoli sono molto più sodi.
Parte dello sviluppo del bambino a questa età è che comprendono la relazione di causa ed effetto, come passare un giocattolo da una mano all'altra, ma più attraverso la riflessione, gettando via un oggetto e riconoscendo quando cade a terra, identificandone il suono
Esplora in dettaglio la forma e la trama di un oggetto osservandolo con maggiore precisione, il che consente il riconoscimento delle cose che si trovano nel suo ambiente, per questo motivo è del tutto normale che tu voglia manipolare ogni cosa che trovi sulla tua strada.