La rabbia come mezzo di autoregolazione emotiva

Pubblicato il07/02/2020 893
Amore0


La rabbia può essere classificata come un'emozione generata dalla frustrazione di non ottenere immediatamente ciò che si desidera e non è facile per il bambino ottenere il controllo su se stesso, poiché sta ancora imparando a riconoscere le proprie emozioni. Non tutti i bambini hanno lo stesso capriccio di fronte alla stessa situazione, ma quando si verifica, dovrebbe essere insegnato a canalizzarlo e focalizzarlo.
La rabbia inizia internamente, presentando un aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, manifestandosi con impulsi esterni, urla, gesti, ecc. La rabbia si manifesta di fronte a un'esigenza che si esprime fisicamente e psichicamente, che, permettendole di fluire, aiuta a regolare altri stati emotivi, essendo una reazione in qualche modo sana che fa parte dello sviluppo dei bambini, inibendola. , li porta a salvare ciò che sentono senza avere l'opportunità di esplorare i mezzi di autoregolazione emotiva e comprendere i limiti della loro rabbia, questa sensazione, consente al bambino di svilupparsi molto meglio nel loro ambiente. Se tuo figlio inizia uno scoppio d'ira lascialo esprimere, guardalo e prenditi cura di lui in modo che non si faccia male.
Come posso aiutarti?
-Prima di tutto, sii molto calmo: i genitori dovrebbero essere un esempio di autocontrollo e calma, non possiamo dire ai bambini di calmarsi, urlare o scuotere loro, questo è solo un atto che porterà alla disperazione e causerà più irritabilità in loro . Affinché i bambini possano gestire la rabbia, devono vedere in noi un esempio di controllo nei momenti di stress, e nei momenti di rabbia dei bambini, mostrare loro come agire.
-Prendili a riconoscere perché hanno agito con rabbia: è necessario aspettare che si calmino per poter parlare di ciò che è accaduto e riflettere sul loro atteggiamento, chiedere loro, perché hanno reagito in quel modo, cosa hanno provato e perché erano arrabbiati, dovrebbero essere informati che è normale sentirsi in quel modo, ma che ci sono atteggiamenti che non sono giusti e che ci sono altri modi in cui possono esprimersi.

Motivali costantemente ad agire positivamente e attraverso il dialogo. Se un capriccio si ripete di nuovo, prenditi il ​​tuo tempo per spiegare che questo non è il modo giusto di reagire e che puoi agire diversamente in un altro momento.

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi