Il tuo bambino parla da solo? Che hai un amico immaginario

Pubblicato il13/09/2018 2171
Amore0

L'era dell'immaginazione in cui ci sono fate, unicorni, mostri e dove puoi parlare e giocare con loro esiste, se in qualsiasi momento vedi un bambino che parla a se stesso, forse è con il suo amico immaginario.

Gli amici immaginari compaiono tra i 2 ei 7 anni, essendo qualcosa di caratteristico ma normale nello sviluppo evolutivo dei bambini.

La maggior parte dei bambini crea un mondo fantasy diverso da quello in cui vivono, ma non è preoccupato, è solo la loro immaginazione e anche se sembra difficile da capire, aiuta a proiettare le emozioni facilmente capendo i sentimenti, non solo i loro, ma anche altre persone

Questa nuova avventura che inizia, rafforza alcune aree in cui attraverso la sua interazione con il suo amico invisibile, possono riconoscere le sue più profonde paure, fobie e paure, di esternare acquisire la capacità di trattare con loro, avere più fiducia in se stessi, sensazione più forte , aumentando la tua autostima

Sebbene l'immaginazione dei bambini voli senza fermarsi, è importante avere il controllo su questi giochi, analizzare quando i loro amici immaginari possono apparire, poiché sono spesso filtri di fuga per dimenticare una situazione stressante e che hanno difficoltà a gestire, anche loro Queste caratteristiche si manifestano quando c'è una separazione dei genitori, la perdita di un parente o la mancanza di un fratellino.

Questo stadio è caratterizzato come lo sviluppo del gioco simbolico, qui le rappresentazioni mentali sono fatte e interagiscono con esse, come parlare con un amico invisibile, o prendere un giocattolo e parlare con esso.

Questo non dovrebbe causare alcuna preoccupazione in quanto sono felici e sono conformi alle disposizioni a casa, gli ordini e gli standard normali di comportamento quando il rapporto con l'amico immaginario inizia a favorire l'isolamento condotta o scarso rendimento scolastico, meglio fare attenzione, fare correttiva nei giochi e guidarlo con l'aiuto di uno psicologo o pediatra.

Per questo motivo i bambini dovrebbero essere sempre sorvegliati e di più quando sono piccoli, non permettere loro di stare o rimanere a lungo da soli, incoraggiare a casa attività di interazione familiare e rapporti con amici della stessa età.

Il dialogo è fondamentale, chiedendo loro dell'amicizia conoscendo le caratteristiche e sapendo cosa pensano, queste risposte daranno l'idea di concentrarsi su di esse, senza trasmettere loro che stanno facendo qualcosa di male, se non al contrario, che sentono che i loro genitori le capiscono e possono Dirti assolutamente tutto

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi