Il famoso palcoscenico di NO

Pubblicato il08/05/2020 1243
Amore0

Una fase piuttosto complessa per i genitori perché a volte è spesso difficile superare la resistenza che i bambini mettono alle cose che gli vengono raccontate.

Perché rispondono no a tutto? Qual è la ragione?
A 15 mesi, i bambini entrano in un processo di ricerca dell'indipendenza all'interno delle loro interazioni, senza che il padre e la madre si separino da loro (un comportamento abbastanza contraddittorio) Di solito si manifesta naturalmente in base alla necessità del loro cervello per svilupparsi correttamente.

Alcuni genitori possono associare questo comportamento come capriccioso o voler opporsi. La realtà è che, nel mezzo dei loro esperimenti sociali, vogliono provocare situazioni per soddisfare la loro curiosità e vedere cosa succede. All'interno di questo processo di sviluppo, il bambino sta formando il suo personaggio e si sta forgiando come un essere sociale e indipendente, pur continuando a ricevere quella protezione dai suoi genitori per sentirsi sicuro e capace. A questa età usano spesso "No" come mezzo per vedere se i loro genitori accettano le loro richieste.

I rifiuti di un bambino, sebbene fastidiosi, sorgono perché inizia a prendere coscienza di se stesso come individuo in tutte le aree della sua vita. Inoltre, ha bisogno di opporsi a tutto ciò che gli viene detto. Parte del processo è che la tua negazione segue un corso naturale in modo che, nel tempo, scompaia.

Va tenuto presente che quando il bambino rifiuta di compiere qualsiasi azione, non è perché sta sfidando i suoi genitori, è fondamentalmente un modo di cercare di posizionarsi nel suo territorio, ottenere sicurezza di sé e di ciò che è e ciò che è. lei vuole.

Per far fronte a questo stadio e affinché il bambino lo superi adeguatamente, è importante stabilire regole che portino all'acquisizione di abitudini, raggiungendo un equilibrio prima del potere decisionale del bambino e delle regole che devono essere seguite.
Prima di tutto, devi lasciargli esprimere la sua rabbia per qualcosa che non gli piace, spiegando cosa sta succedendo e perché reagisce in quel modo. Insegnandogli sempre che deve obbedire e che deve fare ciò che gli viene chiesto.

Il bambino non dovrebbe essere represso per dire "No", ma dovrebbe essere insegnato a usarlo in modo appropriato in modo da presumere che non gli possa essere dato tutto immediatamente, ma che capisca ciò che vuole e che lo vuole. In questo modo, il bambino si sentirà compreso e ascoltato, assimilando che esiste l'autorità in casa e che ci sono regole che devono essere rispettate, dove le loro richieste non vanno al di là di ciò che dicono i loro genitori.

Insegnargli diversi modi di rispondere è fondamentale quando manifesta un attacco ribelle, in modo che impari un altro modo di comunicare ed esprimere ciò di cui ha bisogno. Questa procedura ti aiuterà a reindirizzare il tuo comportamento.

Prodotti correlati

Impostazioni

Dal menu

Creare un account gratuito per salvare elementi amati.

Accedi